News e Spettacoli

  • News

Matrimonio Alessia e Alessandro

Sabato 14 Luglio 2012 - Primo Matrimonio Celebrato nel Teatro Marenco

Matrimonio Paola e Giorgio

Sabato 19 Luglio 2014

Stagione Abbonamento 2018/2019

On Line la Stagione 2018/2019

Login



  

NewsLetter

Sondaggi

Che Tipo di Spettacolo Preferisci
 

Amici

Visitors Counter

73330
TodayToday71
YesterdayYesterday59
This WeekThis Week424
This MonthThis Month1192
All DaysAll Days73330

Chi è online

 34 visitatori online
STAGE TEATRALE SULLA VOCE
Mercoledì 14 Settembre 2011 07:55

Sabato 08 Ottobre 2011 e Domenica 09 Ottobre 2011 presso il Teatro Marenco si terra' una stage della Durata di 12 Ore sulla Uso della Voce e Modulazione.

Lo Stage e' riservato alla Compagnia del Teatro Marenco ed alla Compagnia Alfombras pertanto a numero chiuso.

Qui di seguito e' possibile scaricare il Curriculum di Matteo Belli che terrà lo Stage piu' una breve descrizione del Lavoro che si andrà a svolgere.

 


Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 13:17
 
DEBUTTO NUOVO SPETTACOLO COMPAGNIA TEATRO MARENCO
Giovedì 28 Aprile 2011 09:46

Sabato 14 Maggio ed in replica Sabato 21 Maggio 2011 con inizio alle ore 21,15, la Compagnia del Teatro Marenco di Ceva debutterà con la sua nuova produzione "Testa di Medusa" di Boris Vian.

Un Atto Unico, una commedia brillante scaturita dalla penna dissacrante e geniale di Boris Vian. Classico esempio di artista eclettico e versatile, Vian non fu solo scrittore di teatro, ma musicista, cantautore, ingeniere, scrittore di libretti d'opera, attore cinematografico e critico letterario.

Composto nel 1951, il testo di Vian ripropone le caratteristiche di genere della commedia leggera tipica dell'epoca, spingendole però al paradosso. Tutto si trasforma in una caricatura: caricatura della vita e del teatro, caricatura dei meccanismi dell'intreccio, forzati, stravolti fino all’assurdo, ed i personaggi per naturale conseguenza si muovono risucchiati dal turbinio degli eventi.

La trama, complicata e involuta come i personaggi che la animano, non è facile da riassumere in poche righe: il gioco si basa su un triangolo classico marito - moglie - amante che però nulla ha di classico nello svolgimento. Un surreale marito con velleità di scrittore è convinto di poter creare i suoi discutibili capolavori solo se debitamente stimolato da opportune sofferenze sentimentali. Nel suo delirio, in bilico tra il rispetto delle convenzioni sociali e la sua posa da artista maudit, obbliga l'altrettanto surreale consorte a tradirlo con un numero impressionante di uomini,  purché l'amante cambi ogni sei mesi, per evitare che si affezioni troppo: "Voglio la sofferenza, d'accordo, ma niente complessi d'inferiorità", dice. Scoprirà, insieme agli spettattori, che in questa commedia quasi nulla è come sembra.

Un triangolo paradossale dunque, caricatura spietata dei sentimenti e delle regole sociali basate solo sull'apparenza e sul conformismo. Ma l'opera è anche, o forse soprattutto, un gioco teso a svelare le caratteristiche, la forza, l'ingenuità dei meccanismi messi in campo in una commedia. I personaggi di Vian sfuggono, sono ineffabili ed imprevedibili; quando si è convinti di averli compresi appieno, essi cambiano. Nei loro comportamenti non vi è Bene o Male ma solo una folle razionalità portata all'eccesso che sfocia nell'anarchia. Essi compiono gesti inconsulti, inspiegabili nella loro individualità, che però sono il riflesso di un mondo, di una società, di una realtà umana che Vian percepisce come drammaticamente presenti e che critica tenacemente con la forza dello sberleffo.

Forse è in questo stretto rapporto tra realtà e follia che emerge con maggior forza il legame di Vian tanto con l'esistenzialismo quanto con il surrealismo. E' importante sottolineare a questo proposito che la sua opera, pur essendo un prodotto emblematico del suo tempo, risulta ancora oggi carica di originalità espressiva ed incredibilmente attuale.

Prenotazione biglietti presso Discofolies in Via Marenco 20 Ceva - Telefono 0174 701002

 

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 13:17
 
AL VIA LA STAGIONE 2010/2011 DEL TEATRO MARENCO
Martedì 12 Ottobre 2010 09:45

Al via la Stagione del Teatro Marenco di Ceva 2010/2011, si partira' con "Sogno di Una Notte Di Mezza Estate" di William Shakespeare Domenica 14 Novembre 2010. Anche quest'anno in cartellone nomi importanti della scena teatrale italiana e spettacoli di grande qualita' per una stagione che appaghera'  le aspettative del pubblico.

La vendita degli abbonamenti verra' fatto nei giorni : Venerdi' 05 Novembre 2010 dalle ore 18,00 alle ore 22,00 in prelazione per gli abbonati della stagione 2009/2010 che potranno riconfermare il loro posto.

Sabato 06 Novembre 2010 dalle ore 10,00 alle ore 13,00 vendita libera presso la Biblioteca di Ceva "A. Bertrand" Via Pallavicino.

Da martedi' 09 Novembre gli abbonamenti rimasti saranno disponibili presso il Negozio "Discofolies" di Daniela Canavese in Via Marenco.

Attachments:
Download this file (Stagione_Teatro_Marenco_2010_2011.pdf)Stagione Teatro Marenco 2010 2011[ ]447 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 13:18
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 10